La Responsabilità Sociale d’Impresa – Corporate Social Responsibility (CSR) – negli ultimi tempi è diventata un fattore rilevante per attirare e trattenere talenti. Ciò è dovuto a una semplice ragione, ossia che lo sviluppo di azioni responsabili in cui le persone sono coinvolte è una ricompensa dal punto di vista umano.

 

Come sappiamo il valore aggiunto nelle aziende è fornito dalle persone. Le azioni delle persone influenzano il mondo degli affari e, quindi, l’applicazione di azioni volte a garantire la stabilità e la continuità dei team e del business consentono anche di attirare e trattenere talenti. Le aziende leader nei rispettivi settori hanno sviluppato nel tempo una strategia di posizionamento anche in questo ambito.

 

I vantaggi che ne derivano si trovano nella flessibilità in termini di tempo, prestazioni sociali, sostegno alla conciliazione e allo smart working ma anche in merito alle opportunità di sviluppo personale e professionale all’interno delle organizzazioni.

 

Le iniziative sulla Responsabilità Sociale d’Impresa esternalizzano i valori aziendali e possono far parte della proposta di valore per i dipendenti. A questo punto, vale la pena ricordare che ciò che le persone trovano più gratificante, da un punto di vista responsabile e sostenibile, finisce per generare anche un senso di appartenenza, conseguendo l’identificazione con la cultura aziendale.

 

L’impegno e l’attenzione alle persone sono due dei valori che sono direttamente correlati alle politiche di RSI. In questo modo è possibile ottenere una maggiore soddisfazione e motivazione del capitale umano, aiutando l’identificazione dei suoi valori con quelli dell’azienda al fine di trattenere il talento.

 

Questa politica deve essere implementata all’interno delle organizzazioni ed è per questo che diviene essenziale lo sviluppo di una comunicazione interna di successo. Solo allora i dipendenti diventeranno i migliori portavoce per le aziende.

 

RSI nel Gruppo CMC e nelle altre organizzazioni

Sempre più aziende promuovono azioni di volontariato tra i loro lavoratori e collaborano con varie fondazioni od organizzazioni no-profit, come nel caso di impegno per l’ambiente e per sostenibilità. Nel 2019 il Gruppo CMC ha partecipato agli Inspiring Games, un’iniziativa interaziendale di natura sportiva, con lo scopo solidale di promuovere lo sport e il benessere tra i suoi lavoratori.

 

Durante lo scorso Natale abbiamo partecipato alla “Festa dell’Illusione” dell’associazione no-profit No Child Without Smile. Attraverso questa campagna abbiamo raccolto più di 250 giocattoli e prodotti per l’igiene, a favore di bambini provenienti da famiglie svantaggiate. Nel pomeriggio del 6 gennaio, sono stati consegnati tutti i prodotti raccolti, portando il sorriso sul volto di 1.849 piccoli amici.

 

Abbiamo anche collaborato con la Always Forward Foundation fornendo materiali didattici (notebook, penne, matite, forbici, righelli, libri di testo e giochi didattici), di modo che i bambini dei paesi svantaggiati possano continuare l’anno scolastico. In particolare, i destinatari dei nostri aiuti sono stati la scuola “Antonio Paredes Mena”, situata nel comune di Consuelo (Repubblica Dominicana), e la scuola “EBEN E’ER de Dilaire”, in una zona rurale del comune di Quanaminthe (Haiti).

 

Nel Gruppo CMC siamo molto consapevoli di quanto sia importante la preservazione dell’ambiente: ogni sei mesi conduciamo sessioni di formazione per i dipendenti che sono guidate dal reparto Qualità nei settori della conformità, dell’ambiente e della sicurezza.

 

Le questioni ambientali vengono affrontate toccando aspetti legati al consumo responsabile, alla gestione dei rifiuti, alla consapevolezza del riciclaggio o all’impatto ambientale in situazioni di emergenza.

 

L’impatto esterno di questo tipo di iniziativa è, in generale, molto positivo. In breve, la Responsabilità Sociale di Impresa umanizza l’azienda e può divenire un vero e proprio elemento di differenziazione rispetto alla concorrenza.